Presepe da Vivere 1996 A Grotte S. Stefano, in provincia di Viterbo a pochi chilometri dal capoluogo, in occasione del Natale verrà allestita una nuova edizione del Presepe da Vivere. Un intero rione del paese riportato indietro nel tempo; una ricostruzione di un città ,un avamposto in oriente delle legioni dell'impero di Roma , dove il fabbro costruisce realmente utensili e ripara attrezzi, dove il falegname costruisce ruote per le bighe romane, il maniscalco ferra i cavalli, il forno sforna focacce calde, con un mercato brulicante di mercanti e trafficanti, una chiassosa locanda e pastori che conducono greggi e fanno formaggio. Tutto questo con assoluto relismo. La Natività è stata ricostruita in una caratteristica grotta, abitata fino ad un passato non molto lontano, che fa parte di un abitato rupestre tipico dal quale prende il nome il paese. Si tratta di vere e proprie case con stanze, focolari, forni, armadi e letti rigorosamente scavati nel tufo. Anche Gesù bambino è impersonato da un piccolo attore in fasce. Al presepe si accede attraverso tre grandi porte presidiate da manipoli di soldati romani, passate le quali si può liberamente circolare per tutta la città e osservare scene di vita quotidiana in pieno svolgimento, scaldarsi con focacce appena sfornate e gustare del buon vino. Il cast e le scenografie non sono rigidamente fissate, ma chiunque può proporre e realizzare scene e personaggi, chiunque sappia fare lavori "antichi", costruire cesti, scolpire legno o pietra, filare lana o tessere al telaio può collaborare fattivamente alla realizzazione del Presepe. Proprio per queste caratteristiche abbiamo deciso di chiamarlo vivente ma Presepe da Vivere.

Vi aspettiamo quindi il giorno 25 Dicembre a Grotte S. Stefano.

Per contatti: Tel 0761/367235 - 366295 Per arrivare a Grotte S. Stefano: Da Viterbo si procede verso nord in direzione Bagnoregio. Dopo 10 Km, subito dopo un cavalcavia sulla ferrovia, si svolta a destra per Grotte S. Stefano che si incontra dopo 4 Km.

HOME PAGE