Via Dolorosa - POB 19424, 91193 - JERUSALEM Tel. +972 2-6270485, +972-2-6270444, Fax: +972-2-6264519


SBF


Info

Professors

Programmes

Archaeology

Museum

Publications

Dialogue

Escursions

Pilgrims

Essays

Students

News

Memos

Latest

SI MANGIAVA PESCE A GERUSALEMME AI TEMPI DEL REGNO DI GIUDA



In uno scavo che l’Israel Antiquities Authority sta conducendo nei resti di un edificio residenziale nella Città di Davide, a Gerusalemme, recentemente è venuto alla luce un interessante ritrovamento; un attento setacciamento del terreno ha rivelato una considerevole quantità di ossa di animali. Ordinariamente vengono scoperte ossa di pecora, di capra e di bovini, ma il materiale setacciato conteneva una notevole quantità di lische di pesci. A Gerusalemme, che è lontana dal mare e da grandi fiumi, il consumo di pesci non era un fatto trascurabile.

I pesci sono stati identificati dal professor Omri Lernau, un ricercatore dell’Istituto di archeologia dell’università di Haifa, che è un esperto di fama in materia. In un esame preliminare ha identificato queste specie di pesci: grande persico del Nilo, che era importato dall’Egitto; triglie, abramidi e ombrine, che erano portate dal mare Mediterraneo e pesce gatto dai fiumi d’acqua dolce.

Lische di pesci sono già state rinvenute in costruzioni che risalgono alla fine dell’età del ferro in scavi precedenti nella città di Davide. Ora sembra che questo cibo, che a Gerusalemme fu quasi certamente considerato un lusso, fosse servito sulle tavole dei residenti già nella parte più recente del nono secolo e dell'ottavo secolo a.C.

Questo ritrovamento è inoltre associato con il nome di una delle porte della città durante questo periodo, “la porta dei pesci”, che è menzionata parecchie volte nella Bibbia (Sofonia 1,10; Neemia 3,3; 2Cr 33; 14), ed il mercato locale di pesci probabilmente doveva essere vicino.

Durante il periodo del ritorno a Sion (quinto secolo a.C.) Neeemia, il governatore di Giuda, deplorò che gli abitanti di Tiro (marinai fenici) risiedessero a Gerusalemme e che fossero loro a portare il pesce in città e a venderlo agli abitanti di Gerusalemme soprattutto di sabato.

Gli scavi nella città di Davide sono condotti a nome della Antiquities Authority, sotto la direzione di Eli Shukron dell’ Antiquities Authority e del professor Ronny Reich dell’università di Haifa. Lo scavo è sostenuto dalla Elad Foundation e dalla Nature and Parks Authority.

Testo: adattamento di R.P.

 They also ate fish in Jerusalem at the time of the Kingdom of Judah, Israel Antiquities Authority (September 29, 2005)




 SBF main, Taccuino

cyber logo footer
Please fill in our Guest book form - Thank you for supporting us!
Created/updated: Saturday, December 8, 2001 by J. Abela ofm / E. Alliata ofm
This page makes use of Javascript and Cascading Style Sheets - Space by courtesy of Christus Rex
logo