Via Dolorosa - POB 19424, 91193 - JERUSALEM Tel. +972 2-6270485, +972-2-6270444, Fax: +972-2-6264519


SBF


Info

Professors

Programmes

Archaeology

Museum

Publications

Dialogue

Escursions

Pilgrims

Essays

Students

News

Memos

Latest

SPLENDIDO PALAZZO DI EPOCA BIZANTINA
APERTO ALLA VISITA A CESAREA


I resti di un sontuoso palazzo bizantino, con pavimentazione a mosaico e una rara tavola composta di piastre di vetro incrostate in oro, sono stati scoperti nella città costiera di Cesarea nel corso di uno scavo archeologico.

Il mosaico policromo rettangolare (16 x 14,5 m) - parte del principale cortile centrale del palazzo situato in prossimità della costa del mar Mediterraneo - era rimasto sepolto sotto dune di sabbia negli ultimi 50 anni, dal 1950, quando un’unità dell’ esercito israeliano, nel corso dell’addestramento nella zona, inciampò casualmente su una sezione dell’imponente pavimentazione musiva durante lo scavo di trincee. Lo ha detto il direttore degli scavi, il dott. Yosef Porat.

Il punto focale del sito è l’imponente cortile pavimentato in mosaico all’aperto, su cui, con una insolita disposizione, ai visitatori è permesso di camminare liberamente.

Secondo il direttore degli scavi, il palazzo del sesto secolo probabilmente appartenne ad una delle famiglie cristiane più ricche di Cesarea, presumibilmente dell’aristocrazia, anche se nessuna iscrizione è stata trovata nel luogo fino ad ora.

Il mosaico che riveste il cortile è composto di una serie di figure di animali, comprendenti leoni, pantere, cinghiali, cani, elefanti, antilopi e tori, che circondano a loro volta 120 medaglioni, ciascuno dei quali contiene la figura di un solo uccello, per cui gli archeologi lo hanno soprannominato "il mosaico dell’uccello".

Durante gli scavi intorno al cortile centrale, gli archeologi hanno scoperto una singolare tavola intarsiata secondo un modello a scacchiera, con piastrine incrostate di vetro in oro con varie figure. Ogni piastrina quadrata di vetro della tavola, che è stata trovata capovolta sul pavimento, porta un fiore o una croce impressi nella piastrina dopo che questa era stata prodotta, un processo inusuale che ha richiesto di riscaldare di nuovo il vetro.

Con il suo singolare disegno decorativo in vetro, si ritiene che la tavola - giudicata "di valore inestimabile" dallo specialista alla tutela dei beni artistici, Jacques Neguer dell’Antiquities Authority - sia l’unica nel suo genere mai trovata in uno scavo di una struttura bizantina tardiva. La tavola, che ha 1.500 anni, sarà trasferita nei laboratori per la conservazione dell’Antiquities Authority di Gerusalemme.

Il sito è aperto gratuitamente ai visitatori.

Adattamento di R.P.

Fonte: Caesarea Byzantine mansion site inaugurated, Jerusalem Post (19.9.2005)
 Cf. anche Yahoo - AFP


 SBF main, Taccuino

cyber logo footer
Please fill in our Guest book form - Thank you for supporting us!
Created/updated: Saturday, December 8, 2001 by J. Abela ofm / E. Alliata ofm
This page makes use of Javascript and Cascading Style Sheets - Space by courtesy of Christus Rex
logo