Via Dolorosa - POB 19424, 91193 - JERUSALEM Tel. +972 2-6282936, +972-2-6280271, +972-2-6264516
Fax: +972-2-6264519; E-mail: secretary@studiumbiblicum.org


Programma Anno Accademico 2001-2002

Note: ALL courses are held in Italian

DESCRIZIONE DELLE MATERIE

  Lingue bibliche
  Esegesi AT
  
Esegesi NT
  Teologia Biblica
  Corsi di introduzione speciale
  Storia dell'esegesi
  Storia biblica
  Geografia biblica
  Archeologia
  Seminari
  Escursioni


LINGUE BIBLICHE
Morfologia ebraica: Morfologia ebraica: fonologia; morfologia: articolo, preposizioni, pronome, nome, aggettivo, verbo forte, verbo debole, classificazione dei nomi, avverbio, congiunzione, interiezione. Traduzione di brani scelti.
Bibl.: G. Deiana - A. Spreafico, Guida allo studio dell’ebraico biblico, Roma 1992 (terza edizione); A. Niccacci - M. Pazzini, Il Rotolo di Rut - Analisi del testo ebraico, Jerusalem 2001. Altra bibliografia (grammatiche, dizionari e concordanze) sarà fornita all’inizio del corso. Procurarsi un’edizione della Biblia Hebraica Stuttgartensia (BHS; quinta edizione, a cura di A. Schenker, 1997).
M. Pazzini


Sintassi ebraica:
lettura di testi di prosa e di poesia con la guida di una dispensa del professore.

Bibl.: Vedi la bibliografia del corso di sintassi ebraica avanzata.
A. Niccacci


Sintassi ebraica (corso avanzato):
La prosa biblica.
Sintassi del verbo secondo la "linguistica testuale" di H. Weinrich applicata all’ebraico: narrazione e discorso. La proposizione. La narrazio-ne ebraica: inizio, prosecuzione; catena narrativa e sue interru-zioni; livelli narrativi. La poesia biblica. Criteri per distinguer-la dalla prosa. Principi costitutivi del verso: parallelismo e tecniche compositive. Il valore delle forme verbali nel quadro della poesia cananea. L’esposizione teorica viene affiancata dalla lettura di testi di prosa e poesia.

Bibl.: A. Niccacci, Sintassi del verbo ebraico nella prosa biblica classica, Jerusalem 1986 (o ed. ingl.); Lettura sintattica della prosa ebraico-biblica. Principi e applicazioni, Jerusalem 1990; W.G.E. Watson, Classical Hebrew Poetry, Sheffield 1984.
A. Niccacci


Greco biblico elementare:
fonologia e morfologia.

Bibl.: E.G. Jay, Grammatica greca del Nuovo Testamento (a cura di R. Calzecchi Onesti), Casale Monferrato 1993.
L. Cignelli


Morfologia greca:
fondamenti di fonetica e morfologia del greco del NT: fonetica e pronuncia - il nome - il verbo.

Bibl.: Edizione critica del NT greco: Novum Testamentum Graece, ed. Aland B. et K. et alii, Stuttgart 199327 (è l’ed. citata abitualmente). Manuale adottato: Jay E.G., Grammatica greca del Nuovo Testamento (a cura di Calzecchi Onesti R.), Casale Monferrato 1993. Sussidi: Moulton J.H., A Grammar of New Testament Greek, Vol. I: Prolegomena (opera di approfondimento filologico), Edinburgh 19083 (rist. 1978); Moulton J.H.-Howard W.F., Vol. II: Accidence and Word-Formation with an Appendix on Semitisms in the NT, Edinburgh 1928 (rist. 1979); Blass F.-Debrunner A.-Rehkopf F., Grammatica del Greco del Nuovo Testamento (Supplementi al "Grande Lessico del NT", 3). Ed. italiana a cura di Pisi G. Traduzione di Mattioli M. e Pisi G., Brescia 1982; Abel E.M., Grammaire du Grec Biblique, Paris 1927; Robertson A.T., A Grammar of the Greek New Testament in the Light of Historical Research, New York 19193; Bauer W.-Arndt W.F.-Gingrich F.W., Greek-English Lexicon of the New Testament, London, 1957. Letture domestiche: Vangeli di Marco e Giovanni. L’esposizione della materia seguirà per lo più la disposizione delle lezioni del manuale adottato. Le lezioni potranno essere corredate da eventuali integrazioni. Quanto detto vale anche per gli esercizi.
R. Pierri


Sintassi greca:
I. Sintassi del caso: la proposizione – le concordanze – l’articolo – i casi.

Bibl.: Edizioni critiche: Novum Testamentum Graece, ed. Aland B. et K. et alii, Stuttgart 199327; Septuaginta, ed. Rahlfs A., Stuttgart 1935 (rist. Atene 1979; è l’ed. citata abitualmente). Manuale adottato: L. Cignelli (con la collaborazione di G.C. Bottini), Sintassi di greco biblico (LXX e NT). Corso teorico-pratico (Dispensa SBF), Gerusalemme 2001. Sussidi: Tusa Massaro L., Sintassi del greco antico e tradizione grammaticale, Palermo 1993 (rist. 1995); M. Zerwick, Graecitas biblica, Romae 1966 (oppure ed. inglese a cura di J. Smith, Rome 1990); Moulton J. H. - Turner N., Vol. III: Syntax, Edinburgh 1963 (rist. 1976); Blass F.- Debrunner A.- Rehkopf F., Grammatica del Greco del Nuovo Testamento (Supplementi al "Grande Lessico del NT", 3). Ed. italiana a cura di Pisi G. Traduzione di Mattioli M. e Pisi G., Brescia 1982; Conybeare F. C.-Stock G., A Grammar of Septuagint Greek (breve sintesi), Boston 1905 (rist. Zondervan 1981); Thackeray H. J., A Grammar of the Old Testament in Greek according to the Septuagint, Vol. I: Introduction, Orthography and Accidence, Cambridge 1909 (rist. Tel-Aviv 1970; Hildesheim 1978); Lust J.-Eynikel E.-Hauspie K.-Chamberlain G., A Greek - English Lexicon of the Septuagint, I-II, Stuttgart 1992, 1996.
R. Pierri

II. Sintassi del verbo: diatesi, tempi, modi, proposizioni principali e proposizioni secondarie.

Bibl.: M. Zerwick, Graecitas biblica, Romae 1966. L. Cignelli, "La grecità biblica", LA 35 (1985) 203 248; L. Cignelli (con la collaborazione di G.C. Bottini), Sintassi di greco biblico (LXX e NT). Corso teorico-pratico (dispensa SBF), Gerusalemme 2001.
L. Cignelli


Aramaico biblico
: morfologia, sintassi e lettura di testi biblici.

Bibl.: Alger F. Johns, A Short Grammar of Biblical Aramaic, Berrien Springs 1982. Stanislav Segert, Altaramäische Grammatik mit Bibliographie, Chrestomathie und Glossar, Leipzig 1986.
G. Bissoli


Siriaco
: fonologia, morfologia, elementi di sintassi e lettura di testi. Il corso è riservato agli studenti che hanno già frequentato Aramaico biblico.

Bibl.: M. Pazzini, Grammatica siriaca, Gerusalemme 1999.
M. Pazzini
top

ESEGESI AT
Giosuè 2-6: il passaggio del Giordano e l’ingresso nella terra di Canaan. Esegesi dell’AT e comprensione storica.
Bibl.: M. Noth, Das Buch Josua, (HAT I/7), Tübingen 1938. 1953; D. Baldi, Giosuè, (La Sacra Bibbia), Torino 1952. 1956; T.C. Butler, Joshua, (WBC 7), Waco TE. 1983; M. Weinfeld, The Promise of the Land. The Inheritance of the Land of Canaan by the Israelites, Berkeley 1993; G. Mitchell, Together in the Land. A Reading of the Book of Joshua, (JSOT SS 134), Sheffield 1993; V. Fritz, Das Buch Josua, (HAT I/7), Tübingen 1994; N. Na’aman, "The ‘Conquest of Canaan’ in the Book of Joshua and History", in: I. Finkelstein-N. Na’aman (edd.), From Nomadism to Monarchy. Archaeological and Historical Aspects of Early Israel, Jerusalem-Washington 1994: 218-281; K. Bieberstein, Josua-Jordan-Jericho. Archäeologie, Geschichte und Theologie der Landnahmeerzählungen Josua 1-6, (OBO 143), Freiburg-Göttingen 1995; E. Noort, Das Buch Josua. Forschungsgeschichte und Problemfelder, (WB), Darmstadt 1998.
P. Kaswalder


Il Cantico dei Cantici: brani scelti; piano generale e senso nel quadro della teologia sapienziale biblica e dei paralleli extra biblici, in particolare egizi.

Bibl.: E. Bosetti, Cantico dei cantici. «Tu che il mio cuore ama»: estasi e ricerca, Cinisello Balsamo (Milano) 2001; M.V. Fox, The Song of Songs and the Ancient Egyptian Love Songs, London 1985; A. Niccacci, "Cantico dei cantici e canti d’amore egiziani", Liber Annuus 41 (1991) 61-85; La casa della sapienza. Voci e volti della sapienza biblica, Cinisello Balsamo (Milano)1994.
A. Niccacci


Il libro di Ezechiele: introduzione alla problematica dello studio del profeta Ezechiele; studio della composizione di Ez 33-37 nel contesto del libro; esegesi delle pericopi di carattere salvifico più importanti; analisi del significato di Ez 33-37 nel contesto dell’esilio e del dopo-esilio.

Bibl.: W. Zimmerli, "Ezechiel", Biblischer Kommentar XIII/1-2, Neukirchen-Vluny 1969; U. Feist, Ezechiel. Das literarische Problem des Buches forschungsgeschichtliche betrachtet, Stuttgart, Kohlhammer, 1995; J. Lamelas Míguez, Ezequiel. Comentario al Antiguo Testamento, II, Madrid, 1997. Altre indicazioni bibliografiche verranno date all’inizio del corso.
L. Garmus
top

ESEGESI NT
Lettera di Giacomo: introduzione e lettura esegetica.
Bibl.: Alonso Díaz J. "Carta de Santiago", in J. Leal (dir.), La Sagrada Escritura. N.T., III, Madrid 1962, 193-217; H. Frankemölle, Der Brief des Jakobus, Gütersloh - Würzburg 1994; G. Marconi, La Lettera di Giacomo, Roma 1990; R.P. Martin, James, Waco 1988; L.T. Johnson, The Letter of James, New York etc. 1995; F. Wouga, L’Épitre de Saint Jacques, Genève 1984. G.C. Bottini, Giacomo e la sua lettera. Una introduzione, Jerusalem 2000; Lettera di Giacomo. Nuova versione, introduzione e commento, Jerusalem 2001 (dispensa accademica).
G.C. Bottini


La prima lettera di Pietro: esegesi di passi scelti.

Bibl.: Pubblicazioni del docente.
F. Manns


Galati 1-2:
introduzione alla lettera; struttura letteraria della lettera; esegesi dei seguenti brani: 1,1-5; 1,6-10; 1,11-2,21.

Bibl.: B. Corsani, Lettera ai Galati, Genova 1990; R.N. Longenecker, Galatians (WBC 41), Dallas 1990; A. Pitta, Lettera ai Galati (Scritti delle origini cristiane 9), Bologna 1996; A.M. Buscemi, Lettera ai Galati (Dispensa accademica), Jerusalem 2000.
A.M. Buscemi
top

TEOLOGIA BIBLICA
Il tempio: la teologia del tempio in Qumran, nei Sinottici e in Paolo.
Bibl.: Bissoli G., Il Tempio nella letteratura giudaica e neotestamentaria (SBF An 37), Jerusalem 2000 (rist.); Klinzing G., Die Umdeutung des Kultus in der Qumrangemeinde und im NT (StUNT 7), Göttingen 1971; Müller Ch.G., Gottes Pflanzung, Gottes Bau, Gottes Tempel. Die metaphorische Dimension paulinischer Gemeindetheologie in 1Kor 3,5-17 (FS 5), Frankfurt a.M. 1995.
G. Bissoli


L’Apocalisse: "Il divenire storico della rivelazione secondo l’Apocalisse di Giovanni": dopo alcune questioni introduttorie concernenti soprattutto il rapporto tra escatologia e storia, il corso vuole condurre lo studente ad una lettura esegetico-teologica del testo giovanneo e cogliere così la sua singolare visione della storia e l’importanza per la vita del credente.

Bibl.: Prigent P., L’apocalisse di San Giovanni (Commenti biblici) Borla Roma 1985; Lancellotti A., Apocalisse (NVB 46) ed. San Paolo 1975; Aune D.E., Revelation, I-III (WBC 52 a, b, c) Dallas, Texas 1997-98; Vanni U., L’Apocalisse. Ermeneutica, esegesi e teologia (Suppl. RivBib 17) Dehoniane Bologna; Marconcini B., Apocalittica. Origine, sviluppo, caratteristiche di una teologia per tempi difficili, L.D.C., Leumann 1985; Russell D.S., L’apocalittica giudaica, Paideia Brescia 1991; Doglio C., "Quanto apocalittica è l’Apocalisse di Giovanni?", RicStorBib 1995,103-135; Althaus H., Hünermann P., Maier J., Merklein H., Schaeffler, Apocalittica ed escatologia. Senso e fine della storia, Morcelliana 1997.
B. Rossi


Ecologia biblica e Giubileo nella Bibbia: importanza ed attualità ecclesiale/pastorale dei due temi e interesse francescano al tema dell’ecologia. Il Cristianesimo è stato accusato di essere il responsabile della degradazione ambientale in ragione dell’interpretazione antropocentrica, basata su Gn 1,28, della creazione. Cercheremo di capire l’ordine di "dominare e soggiogare la terra" nel contesto di Gn 1-11 e alla luce di altri testi riguardanti la teologia della creazione. Il tema del Giubileo/anno sabbatico sarà studiato alla luce della legislazione del Pentateuco.

Bibl.: J. Barr, The Concept of Biblical Theology. An Old Testament Perspective, London 1999; B.S. Childs, Teologia dell’Antico Testamento in un contesto canonico, Cinisello Balsamo 1989; G. Von Rad, Theologie des Alten Testaments, I-II. München 1957 (con traduzione italiana e spagnola). Possono essere utilizzate anche le Teologie dell’AT di W. Eichrodt, C. Westermann, etc. Ulteriore bibliografia sarà data all’inizio del corso.
L. Garmus
top

CORSI DI INTRODUZIONE SPECIALE
Introduzione alla metodologia esegetica dell’Antico Testamento: metodo storico-critico.
Bibl.: W. Richter, Exegese als Literaturwissenschaft. Entwurf einer alttestamentlichen Literaturtheorie und Metodologie, Göttingen 1971; E. Zenger, "Ein Beispiel exegetischer Methoden aus dem Alten Testament", in: Einführung in die Methoden der biblischen Exegese. Ed. J. Schreiner, Würzburg - Innsbruck: Echter - Tyrolia, 1971, 97-148 [= "Ejemplo de crítica textual bíblica", in: Introducción a los métodos de la exégesis bíblica, ed. J. Schreiner (Biblioteca Herder. Sección de Sagrada Escritura 138), Barcelona: Editorial Herder, 1974, 113-128]; O. Kaiser, "Die alttestamentliche Exegese", in: G. Adam – O. Kaiser – W. G. Kümmel, Einführung in die exegetischen Methoden (Studium Theologie 1), München, 5. ed., 1975 (1. ed. 1963), 9-60 ["Old Testament Exegesis", in: O. Kaiser – W. G. Kümmel (ed.), Exegetical Method. A Student Handbook. New revised ed., New York: The Seabury Press, 1981, 1-41.77-101]; H. Barth – O.H. Steck, Exegese des Alten Testaments. Leitfaden der Methodik. Ein Arbeitsbuch für Proseminare, Seminare und Vorlesungen, 11. ed., Neukirchen-Vluyn: Neukirchener Verlag, 1987; P. Gillemette – M. Brisebois, Introduction aux méthodes historico-critiques (Héritage et project 35), Québec: Fides, 1987 [= Introduzione ai metodi storico-critici (Studi e ricerche bibliche), Roma: Borla 1990]; G. Fohrer et al., Exegese des Alten Testaments. Einführung in die Methodik (Uni-Taschenbücher 267), 6. ed., Heidelberg: Quelle u. Meyer, 1993; H. Simian-Yofre (ed.), Metodologia dell’Antico Testamento (Collana Studi Biblici 25), Bologna: Edizioni Dehoniane, 1995; T. Vuk, Nozioni essenziali sulla metodologia esegetica dell’Antico Testamento (Pro manuscripto), Gerusalemme 1999.

N. B. Questo corso non comprende la critica textus (questa parte viene offerta nel seminario di B. Chiesa).
T. Vuk
top

STORIA DELL'ESEGESI
La preghiera giudaica: nozioni fondamentali; cosmologia antropologia e significato escatologico della preghiera. Luoghi e vesti della preghiera. Analisi di alcune preghiere.
Bibl.: F. Manns, La prière d’Israël à l’heure de Jésus (SBF An 22), Jerusalem 1986 (il volume è stato tradotto in inglese e italiano). Pubblicazioni del docente.
F. Manns


La Bibbia e i Padri della Chiesa
. Questioni introduttive: raccolte dei "testimonia", commentari esegetici, omelie, catene esegetiche, "quaestiones et responsiones", "scholia". Tipologia e allegoria. Senso letterale e spirituale. Apocalisse nell’interpretazione patristica: discussioni sull’autenticità e questioni teologiche. Apocalittica e millenarismo. Cristologia e escatologia. Gerusalemme celeste. Alcuni testi apocalittici interpretati dai Padri.

Bibl.: B. De Margerie, Introduzione alla storia dell’esegesi. Padri greci e orientali 1, Padri Latini 2; Sant’Agostino 3, Roma 1983; M. Simonetti, Lettera e/o allegoria. Un contributo alla storia dell’esegesi patristica (Studia Ephemeridis "Augustinianum" 23) Roma 1985; dispensa del docente.
M.C. Paczkowski
top

STORIA BIBLICA
La Medinat Yehud nella satrapia dell’Abar Nahara: l’opera di Esdra e Neemia. I nemici della comunità: Tobia il Servo Ammonita, Geshem l’Arabo, gli Ashdoditi, Sanballat peha di Samaria. I papiri di Wadi Dalyah in Samaria. L’impero greco di Alessandro Magno e dei Diadochi. La comunità giudaica tra Tolomei e Seleucidi. I Papiri di Zenone. L’ellenismo e i suoi risvolti nella comunità di Gerusalemme. Antioco III e i Romani. Il decreto di Antioco III. Antioco IV e gli empi sacerdoti di Gerusalemme del partito filo-elleno. Il decreto di Antioco IV. La rivolta maccabaica e il progressivo affermarsi del regno asmoneo. Giuda, Gionata, Simone, Giovanni Ircano, Aristobulo I, Alessandro Janneo e la Regina Alessandra. L’arrivo di Roma e la creazione della Provincia di Siria. Pompeo Magno arbitro tra Aristobulo II e Ircano II. Le Città greche liberate e la Decapoli siriana. Il regno asmoneo, il regno nabateo e la tetrarchia di Lisania ridimensionati. La Giudea nella lotta tra Cesariani e Pompeiani. L’ascesa della famiglia di Antipatro l’Idumeo. L’invasione dei Parti e la regalità di Erode Re dei Giudei.
M. Piccirillo
top

GEOGRAFIA BIBLICA
Fonti; cronologia; nomi delle terre bibliche; confini di Canaan; regno di David, di Giuda e di Israele; principi di topografia biblica.
M. Piccirillo
top

ARCHEOLOGIA
Topografia di Gerusalemme. Questioni scelte: La Torre Antonia alla luce delle fonti letterarie e dei dati archeologici. La Torre Antonia e il problema della localizzazione del pretorio. Motivi delle divergenti ricostruzioni del tempio di Salomone. Il tempio di Salomone in relazione al Tabernacolo del deserto e ai templi cananei. Gli ingressi esterni al tempio erodiano secondo Flavio e la Mishna. Tesi massimalista e minimalista a proposito della spianata del tempio erodiano. Tesi contrastanti sulla identificazione dei tre muri difensivi di Gerusalemme al tempo della prima guerra giudaica. Tesi massimaliste e minimaliste nel tratteggiare lo sviluppo di Gerusalemme fino al 70 d. C. Il sinnor secondo gli archeologi. Alla ricerca delle tombe dei re di Giuda.
Il corso inizierà a novembre.
Bibl.: "Jerusalem": The New Encyclopedia of the Archaeological Excavations in the Holy Land, ed. E. Stern, Jerusalem 1993, 698-804; D. Bahat, The Illustrated Atlas of Jerusalem, Jerusalem 1990; S. Loffreda, Topografia di Gerusalemme fino al 70 d.C. (seconda edizione) Gerusalemme 1998.
S. Loffreda


Introduzione all’Archeologia Biblica: 1) Problemi introduttivi. 2) Dal Neolitico al Tardo Bronzo. Le culture preistoriche della terra di Canaan. .

Bibl.: F.R. Valla, Le Natufien. Une Culture préhistorique en Palestine, Paris 1975; A.N. Garrard-H.G. Gebel (edd.), The Prehistory of Jordan. The State of Research in 1986, Part i-Part ii, (BAR IS 396), Oxford 1988; W.G. Dever, Recent Archaeological Discoveries and Biblical Research, Seattle-London 1990; I. Hodder, Reading the Past. Current Approaches to Interpretation in Archaeology, Cambridge 1991; H. Weippert, Palästina in Vorhellenistischer Zeit. Handbuch der Archäologie. Vorderasien II, Band I, München 1988; A. Mazar, Archaeology of the Land of the Bible, 10,000-586 B.C.E., New York 1990; P.R.S. Moorey, A Century of Biblical Archaeology, Cambridge 1991; T.E. Levy (ed.), The Archaeology of Society in the Holy Land, London 1995; N.A. Silbermann-D. Small (edd.), The Archaeology of Israel. Constructing the Past, Interpreting the Present, (JSOT S 237), Sheffield 1997; C. Epstein, The Chalcolithic Culture of the Golan, Jerusalem 1998.
P. Kaswalder


Archeologia Paleocristiana: "Le apparizioni del Risorto e la loro tradizione storica e monumentale. In Gerusalemme: la Santa Sion e l’Ascensione. In Giudea: sulla strada di Emmaus. In Galilea: Tabgha e il Monte Tabor".

E. Alliata
top

SEMINARI
Seminario di archeologia pratica: lucerne bizantine: tipologia, cronologia, lettura delle iscrizioni. Il seminario inizierà a novembre. .
S. Loffreda


Seminario Egitto e Bibbia: in preparazione a una possibile escursione in Egitto (prevista fra i due semestri). .

Bibl.: Dispensa del professore.
A. Niccacci


Critica textus:
Storia e critica del testo della Bibbia ebraica. .

Bibl.: B. Chiesa, Corso di ebraico biblico, vol. 2: esercizi, crestomazia e glossario, Paideia, Brescia 1986; Filologia storica della Bibbia ebraica, I: da Origene al Medio Evo, Brescia 2000; R.S. Hendel, The Text of Genesis 1-11, Oxford-University Press, New York - Oxford 1998.
B. Chiesa


Seminario filologico:
l’uso del participio nell’epistolario paolino. .

A.M. Buscemi


L’opera lucana (Lc-At):
storia e critica del testo della Bibbia ebraica. .

Bibl.: orientamenti attuali su alcuni temi e problemi introduttivi e teologici del Vangelo secondo Luca e degli Atti degli Apostoli. Il Seminario prenderà avvio e avrà costantemente presenti i contributi presentati nelle poligrafie: I.H. Marshall – D. Peterson, Witness to the Gospel. The Theology of Acts, Grand Rapids – Cambridge 1998; J. Verheyden (ed.), The Unity of Luke-Acts (BETL 142), Leuven 1999.
G.C. Bottini


La Galilea:
storia politica di una regione biblica. .

Bibl.: V. Guérin, Description géographique, historique et archéologique de la Palestine. Galilée, voll. 1-2, Paris 1880; B. Bagatti, Antichi villaggi cristiani di Galilea, Jerusalem 1971; S. Freyne, Galilee from Alexander the Great to Hadrian, Wilmington 1980; R. Hachlili, Ancient Jewish Art and Archaeology in the Land of Israel, Leiden 1988; Z. Gal, Lower Galilee During the Iron Age, Winona Lake, IN 1992; D. Urman-P.V.M. Flescher (edd.), Ancient Synagogues. Historical Analysis and Archaeological Discovery, voll. 1-2, Leiden 1995.
P. Kaswalder
top

ESCURSIONI
I. Escursioni quindicinali
1. Shefelah e Filistea. Visita di Bet Gibrin, T. ed-Duweir (Lakish), Ashqelon, T. Esdud (Ashdod).
2. Sharon. Visita di Cesarea Marittima, Giaffa, Lod.
3. Mar Morto. Visita di Qumran, Engeddi, Masada.
4. (Wadi Kelt - Gerico, a piedi). Mar Koziba o Mar Girgis o Der el-Kelt, Gerico asmoneo-erodiana.
5. (Oasi di Gerico). Visita di Tel es-Sultan, Kh. el-Mefjar, Gebel Quruntul.
6. Beniamino Ovest. Visita di Bet Hur el-Foqa e Bet Hur et-Tahta, El-Midieh, Lod, Ramleh, Tel Gezer.
7. Beniamino. Visita di Tel el-Ful (Gibeah di Saul), El-Jib (Gabaon), Emmaus-Qubeibeh.
8. Negev 1. Visita di Tel Beersheba (Bersabea), Tel Arad, Kurnub (Mampsis).
9. Negev 2. Visita di Augia el-Khafir (Nizzana), Shivta, Avdat.
10. Samaria. Visita di Tel en-Nasbe, Tel Balata (Sichem), pozzo di Giacobbe, Monte Garizim, Sebastiyeh.
11. Valle di Esdrelon. Visita di Kaukab el-Hawa (Belvoir), Bet Shearim, Tel el-Mutesellim (Megiddo).
12. Hebron (escursione che dipende dalla situazione politica). Visita di Mamre (Ramat el-Halil), Tombe dei Patriarchi (Haram el-Halil). .
P. Kaswalder


II. Escursione in Galilea (primo semestre)
(1) Valle di Jizre’el: Bet-Alfa, T. Jizre’el, Monte Carmelo: el-Muhraqah, Monte Tabor. (2) Lago di Galilea, settore orientale: alture del Golan, Hyppos, Kursi, Qazrin. (3) Lago di Galilea, settore occidentale: Hammat Tiberias, Tabgha: Moltiplicazione dei Pani, Monte delle Beatitudini, Magdala, Tabgha: Primato, Cafarnao, Cana. (4) Alta Galilea: Korozain, Hazor, T. Qadesh, Bar‘am, el-Gish, Meiron. (5) Alture del Golan, Monte Hermon e Valle di Hule: Quneitra, Birkat Ram, Monte Hermon, Qal‘at Nimrod, Banias, T. Dan. (6) Pianura di Acco: Sefforis, Ras en-Naqura, Akko.

P. Kaswalder


III. Escursioni in Gerusalemme e dintorni
Escursioni settimanali in Gerusalemme e dintorni: giro panoramico sopra le mura della città vecchia. La città di Davide. Siloe. Aceldama. Il monte del tempio. Scavi a sud dell’Aqsa. Il quartiere giudaico. Scavi di Avigad. L’area della Flagellazione e la fortezza Antonia. La Via Crucis e il S. Sepolcro. S. Anna e la probatica. Tombe reali, S. Stefano, Garden Tomb. Getsemani: Tomba della Vergine, Grotta e Basilica dell’Agonia. Dominus Flevit, Pater, Ascensione. Betania, Betfage. Mamilla, Monastero della S. Croce. Ain Karem. Betlemme.

E. Alliata


IV. Escursione al Sinai (ogni due anni)
(1) Viaggio lungo la Valle dell’Arabah. Visita di Eyn Hatzeva, Wadi Paran, Yotavata. Memoria. Visita di Kuntillet „Ajrud e di Har Karkom, alle miniere di Timna, e poi passaggio del Mar Rosso a Eilat (Ezion-Geber). (2) Trasferimento verso S. Caterina del Sinai con visita di Taba„, Jezirat Faraoun, Nuweiba, Ayn Hudra (Hazerot), Wadi Ghazal. Visita del Monastero di S. Caterina, alla Basilica del Roveto e alla Biblioteca del Monastero. (3) Nella notte si effettua la salita a Jebel Musa, il Monte Sinai della tradizione cristiana. Sosta al Pianoro di Elia. (4) Passaggio per il Deserto di Sin con visita al Monastero di Mosè nel Wadi Feiran e a Refidim (Jebel Refayed). Salita alle miniere di Serabit el-Khadem e visita al tempio egiziano di Hator con le Iscrizioni Proto-Sinaitiche. (5) Sulla costa occidentale del Mar Rosso, visita a et-Tor (Rhaitu), alle sorgenti di Mosè (Ayun Musa), a Elim nel Wadi Gharandal e a Suez. Lungo il Canale di Suez sosta ai passaggi del Canale di el-Qantara e di Ismailiyah.

P. Kaswalder


V. Escursione in Giordania (ogni due anni)
(1) Nella Valle del Giordano: visite a Pella (Tabqat Fahil), Tell es-Sa„idiyeh, Tell el-Mazar, Tell Deir „Allah, Sapsafas. (2) Nella Decapoli: visite di Gerasa, Ajlun, Irbed, Gadara (Umm Qais), Abila e Umm el-Jimal. Visita ai castelli omayyadi: Qasar el-Hallabat, Kharaneh, Quseir „Amra. (3) Sull’altopiano: visita a Sahab, Tell el-„Umeiri, Tell Hesban, Khirbet el-Mukhayyet, Ayoun Musa, Monte Nebo (Memoriale di Mosè), Ma„in, Macheronte (Jebel Mishnaqa). (4) Sul Mishor di Moab: visite a Madaba, Umm er-Rasas (Mefa„at), Khirbet „Ara„ir, Wadi Mujib, Tell Dhiban. (5) Lungo il Mar Morto: visite a Teleilat el-Ghassul, Calliroe (Hammam ez-Zara), Wadi Zarqa, Bab edh-Dhra„, Deir Ayn Abata (San Lot), al-Kerak. (6) Lungo la Via Regia: visite a Balu„a, al-Qasr, el-Lejjun, el-Medeiyneh, Dhat Ras, Tafileh, Buseirah, Shobak, Petra. (7) In Amman: visita al Foro, al Museo Archeologico e alla Cittadella (al-Qala„a). Nei dintorni di Amman: visita a Wadi es-Sir (Iazer) e „Iraq el-„Amir (Birta degli ammoniti).

P. Kaswalder


VI. Escursione in Egitto (ogni tre anni)
Cairo: Museo egizio, Azhar, quartiere medievale, Khan el Khalil ecc. Museo copto, Cairo Vecchio, Cittadella, Matarieh, Heliopolis. Sakkara e Gizeh. Monasteri copti di Wadi Natrun, Abu Mena. Alessandria: teatro, museo, colonna di Pompeo, Kom el Shughafa. Khatana (Tel el Dab'a-Qantir) and San el Hagar (Tanis). Luxor: templi di Karnak e Luxor, Valle dei re, delle regine, dei nobili, Deir el Medineh, Medinet Habou, Ramesseum, Colossi, museo di Luxor. Asuan: obelisco incompiuto, la diga, File, Elefantina, Monastero di S. Simeone, prima cataratta, Abu Simbel. Durante il viaggio Asuan-Luxor, possibili fermate a Kom Ombo, Edfu, Esneh, Dendera, Abydos, Sohag (Deir el Ahmar, Deir el Abiad), monasteri del Mar Rosso. Tel el Amarna, Tunah el Gebel, Beni Hassan, el Fayum.

A. Niccacci



top

NB: Iscrizioni all’anno accademico: 1-20 ottobre


 SBF main

cyber logo footer
Please fill in our Guest book form - Thank you for supporting us!
Created/updated: Saturday, December 8, 2001 by J. Abela ofm / E. Alliata ofm
This page makes use of Javascript and Cascading Style Sheets - Space by courtesy of Christus Rex
logo