Via Dolorosa - POB 19424, 91193 - JERUSALEM Tel. +972 2-6282936, +972-2-6280271, +972-2-6264516
Fax: +972-2-6264519; E-mail: secretary@studiumbiblicum.org


Programma dell'anno accademico 1999-2000


Note: ALL courses are held in Italian

DESCRIZIONE DELLE MATERIE

  Lingue bibliche
  Esegesi AT
  
Esegesi NT
  Teologia Biblica
  Corsi di introduzione speciale
  Storia dell'esegesi
  Storia biblica
  Geografia biblica
  Archeologia
  Seminari

LINGUE BIBLICHE
Morfologia ebraica: Fonologia; morfologia: articolo, preposizioni, pronome, nome, aggettivo, verbo forte, verbo debole, classificazione dei nomi, avverbio, congiunzione, interiezione. Traduzione di brani scelti.
Bibl.: P. A. Carrozzini, Grammatica della lingua ebraica, Torino 1968. Dispense del docente.
V. Ravanelli


Sintassi ebraica:Uso sintattico delle parti del discorso, specialmente del verbo. Traduzione ed analisi sintattica di brani scelti.

Bibl.: Dispense del docente.
A. Niccacci


Sintassi ebraica III (avanzata) la prosa biblica. Sintassi del verbo secondo la "linguistica testuale" di H. Weinrich applicata all'ebraico: narrazione e discorso. La proposizione. La narrazione ebraica: inizio, prosecuzione; catena narrativa e sue interruzioni; livelli narrativi. La poesia biblica. Criteri per distinguerla dalla prosa. Principi costitutivi del verso: parallelismo e tecniche compositive. Il valore delle forme verbali nel quadro della poesia cananea. L'esposizione teorica viene affiancata dalla lettura di testi di prosa e poesia.

Bibl.: A. Niccacci, Sintassi del verbo ebraico nella prosa biblica classica, Jerusalem 1986 (o ed. ingl.); Lettura sintattica della prosa ebraico-biblica. Principi e applicazioni, Jerusalem 1990; W.G.E. Watson, Classical Hebrew Poetry, Sheffield 1984.
A. Niccacci


Greco biblico elementare:fonologia e morfologia.

Bibl.: E.G. Jay, Grammatica greca del Nuovo Testamento (a cura di R. Calzecchi Onesti), Casale Monferrato 1993.
L. Cignelli



Greco biblico: sintassi del caso e del verbo. Analisi di brani scelti dal NT della Bibbia dei LXX:
I. Nozioni preliminari di sintassi - Sintassi del caso: concordanze, articolo, uso dei casi.

Bibl.: M. Zerwick, Graecitas biblica, Romae 1966; L. Cignelli (con la collaborazione di G.C. Bottini), Sintassi di greco biblico (LXX e NT). Corso teorico-pratico (Dispensa SBF), Gerusalemme 1999.
G.C. Bottini


II. Sintassi del verbo: diatesi, tempi, modi, proposizioni principali e proposizioni secondarie.

Bibl.: M. Zerwick, Graecitas biblica, Romae 1966. L. Cignelli, "La grecità biblica", LA 35 (1985) 203-248, Sintassi di greco biblico (LXX e NT). Corso teorico-pratico (Dispensa SBF), Gerusalemme 1999.
L. Cignelli


Aramaico targumico: elementi di morfologia e di sintassi. Lettura e traduzione di brani scelti. Il corso è riservato agli studenti che hanno già frequentato Aramaico biblico.

Bibl.: S.E. Fassberg, A Grammar of the Palestinian Targum Fragments from the Cairo Genizah, Atlanta 1991; Wm.B. Stevenson, Grammar of Palestinian Jewish Aramaic, Oxford 1966.
G. Bissoli


Aramaico biblico: fonologia, morfologia, elementi di sintassi, lettura di testi.

Bibl.: Alger F. Johns, A Short Grammar of Biblical Aramaic, Berrien Springs 1982.
M. Pazzini


Siriaco:fonologia, morfologia, elementi di sintassi e lettura di testi.

Bibl.: M. Pazzini, Grammatica siriaca, Gerusalemme 1999. Il corso è riservato agli studenti che hanno già frequentato Aramaico biblico.
M. Pazzini


Lettura filologica dell’AT: Lettura corsiva di brani scelti di prosa e poesia dall’AT. Ci si prefigge lo scopo di aiuture lo studente a familiarizare con l’ebraico biblico attraverso la lettura, nel corso della quale si evidenzieranno gli elementi grammaticali e sintattici più interessanti. Per gli studenti che hanno frequentato almeno un anno di ebraico biblico.

Bibl.: E. Kautzsch (Ed.), Gesenius’ Hebrew GrammarOxford 1910.
P. Pizzaballa
ESEGESI AT
Il Padre, lo Spirito e il Figlio: Descrizione dell’Assemblea celeste, Is. 6,1-13; del Dio creatore, Sal 33; del Divin guerriero, Nah 1,2-8; Is 2,2-4; Mi 4,1-4; Sal 2,2-12. Pacificazione del cosmo intero, Sal 29. L’amore paterno/materno che richiama il figlio dall’Egitto, Os 11,1-11; quello dell’Almah e dell Emanuele, Is 7,11-17; quello dei doni dello Spirito Santo, Is 11, 1ss e della Sposa, Os 2,18-25. Il Figlio è scelto dalla famiglia di David, Sal 132; intronizzato come Messia con vari titoli, Is 8,23-9,6 che lo rendono "Figlio di Dio", 2Sam 7,1-16; 1Cron 17,1-15.
Bibl.: dispense del docente.
E. Testa


Dio rifugio del re e dell’oppresso nei Salmi Davidici. Per una storia della formazione del SalterioEsame della terminologia del rifugio divino nel Salterio e descrizione dello sviluppo della relativa teologia.

Bibl.: J.F.D. Creach, Yahweh as Refuge and the Editing of the Hebrew Psalter, JSOT SS 217, Sheffield 1996; E. Cortese, "E se il Sal 73 lo recitano i poveri?", RivBib 43 (1995) 55-66; Id. "Sulle Redazioni del Salterio", imminente in RB 106 (1999); M.D. Goulder, The Prayers of David (Ps. 51-72) JSOT SS 102, Sheffield 1990; J.L. Mays, "The David of the Psalms", Int 47 (1986) 143-155; M. Millard, Die Komposition des Psalters, FAT 9, Tübingen 1994.
E. Cortese


Esegesi del Libro di Giosuè: (passi scelti).

Bibl.: T.C. Butler, Joshua (WBC 7), Waco 1983; V. Fritz, Das Buch Josua (HAT I/7), Tübingen 1994; R.S. Hess, Joshua. An Introduction and Commentary (TOTC), Leicester-Downers Grove, 1996; R.D. Nelson, Joshua. A Commentary, John Knox Press, 1997. Dispense del docente.
P. Kaswalder


ESEGESI NT
La prima lettera di Pietro: esegesi di passi scelti e sintesi teologica.
Bibl.: pubblicazioni del docente.
F. Manns


Lettura esegetica di Atti degli Apostoli, capitoli 3-6: Per ciascuna sequenza narrativa si faranno i seguenti passi: traduzione accompagnata da osservazioni testuali e filologiche; osservazioni di critica letteraria e storica; commento esegetico-teologico.

Bibl.: commenti ad Atti degli Apostoli di F. F. Bruce (ingl.), E. Haenchen (ted. e ingl.), E. Jacquier (franc.), B. Papa (ital.), R. Pesch (ted. e ital.), Ricciotti (ital.), J. Roloff (ted. e spagn.), G. Schneider (ted. e ital.); monografie e articoli saranno indicati durante il corso.
G.C. Bottini


Katharismón ton hamartion poiesámenos: il sacrificio di Cristo nella lettera agli ebrei (esegesi e teologia).

Bibl.: N. Casalini, Agli Ebrei, discorso di esortazione, Jerusalem 1992 e altri commentari.
G. Bissoli
TEOLOGIA BIBLICA
Storia e teologia del monoteismo dell’AT: Presentazione delle principali posizioni attuali degli esegeti. Il monoteismo pratico preesilico: dati biblici e archeologici. Monoteismo ed universalismo dal DeuteroIsaia in poi. Teologia del monoteismo oggi, nelle tre religioni del libro.
Bibl.: R.C. Gnuse, No other Gods. Emergent Monotheism in Israel, JSOT SS 241 Sheffield 1997; J. De Moor, The Rise of Yahwism. The Roots of Israelite Mono-theism, BETL 91, Leuven 1990 (Nuova Ediz. 1997); G. von Rad, Teologia dell’AT.
E. Cortese


Il Discorso della Montagna:Due recensioni (Mt 5-7 e Lc 6,20-49), che adottano un originale (forse orale, forse scritto) aramaico, ormai perduto. La recensione lucana è più vicina alla teologia degli Anawim; quella matteana è più universalizzata. Macarismi sulla povertà, sull’afflizione, sulla mitezza, su chi ha fame e sete di giustizia, sui misericordiosi, sui puri di cuore, sui pacificatori e sui perseguitati. Sei antitesi: "Avete letto..., ma io vi dico...". Ostentazione e vana gloria (Mt 6,1-18; Lc 11,1-4), sulle opere di misericordia, sulla preghiera e sul digiuno. Sentenze sulla povertà e ricchezza, sul servizio di due padroni e sull’affannarsi per le cose materiali.

Bibl.: pubblicazioni del docente.
E. Testa


La teologia del Nuovo Testamento:Problemi di metodologia.

Bibl.: pubblicazioni del docente
G. Segalla
CORSI DI INTRODUZIONE SPECIALE
S. Paolo: le fonti, la cronologia paolina. La vita e l’apostolato di Paolo: da Tarso a Damasco, la "conversione", il primo apostolato, i tre grandi viaggi missionari, da Cesarea a Roma.
Bibl.: A.M. Buscemi, Paolo. Vita, lettere e messaggio, Gerusalemme 1996.
A.M. Buscemi


Introduzione alla metodologia esegetica dell’Antico Testamento:metodo storico-critico.

Bibl.: W. Richter, Exegese als Literaturwissenschaft. Entwurf einer alttestamentlichen Literaturtheorie und Metodologie, Göttingen 1971; E. Zenger, "Ein Beispiel exegetischer Methoden aus dem Alten Testament", in: Einführung in die Methoden der biblischen Exegese. Ed. J. Schreiner, Würzburg - Innsbruck: Echter - Tyrolia, 1971, 97-148 [= "Ejemplo de crítica textual bíblica", in: Introducción a los métodos de la exégesis bíblica, ed. J. Schreiner (Biblioteca Herder. Sección de Sagrada Escritura 138), Barcelona: Editorial Herder, 1974, 113-128]; O. Kaiser, "Die alttestamentliche Exegese", in: G. Adam — O. Kaiser — W. G. Kümmel, Einführung in die exegetischen Methoden (Studium Theologie 1), München, 5. ed., 1975 (1. ed. 1963), 9-60 ["Old Testament Exegesis", in: O. Kaiser — W. G. Kümmel (ed.), Exegetical Method. A Student Handbook. New revised ed., New York: The Seabury Press, 1981, 1-41.77-101]; H. Barth — O. H. Steck, Exegese des Alten Testaments. Leitfaden der Methodik. Ein Arbeitsbuch für Proseminare, Seminare und Vorlesungen, 11. ed., Neukirchen-Vluyn: Neukirchener Verlag, 1987; P. Gillemette — M. Brisebois, Introduction aux méthodes historico-critiques (Héritage et project 35), Québec: Fides, 1987 [= Introduzione ai metodi storico-critici (Studi e ricerche bibliche), Roma: Borla 1990]; G. Fohrer et al., Exegese des Alten Testaments. Einführung in die Methodik (Uni-Taschenbücher 267), 6. ed., Heidelberg: Quelle u. Meyer, 1993; H. Simian-Yofre (ed.), Metodologia dell’Antico Testamento (Collana Studi Biblici 25), Bologna: Edizioni Dehoniane, 1995; T. Vuk, Nozioni essenziali sulla metodologia esegetica dell’Antico Testamento (Pro manuscripto), Gerusalemme 1999.
N. B. Come preparazione per questo corso serve il seminario: Introduzione alla metodologia esegetica dell’Antico Testamento: critica del testo (I sem.).
T. Vuk
STORIA DELL'ESEGESI
La preghiera di Israele Introduzione al Giudaismo.
Bibl.: Pubblicazioni del docente.
F. Manns


La Bibbia e i Padri della Chiesa: Questioni introduttive: raccolte dei "testimonia", commentari esegetici, omelie, catene esegetiche, "quaestiones et responsiones", "scholia". Tipologia e allegoria. Senso letterale e spirituale. Apocalisse nell’interpretazione patristica: discussioni sull’autenticità e questioni teologiche. Apocalittica e millenarismo. Cristologia e escatologia. Gerusalemme celeste. Alcuni testi apocalittici interpretati dai Padri.

Bibl.: M. Simonetti, Lettera e/o allegoria. Un contributo alla storia dell’esegesi patristica (Studia Ephemeridis "Augustinianum" 23) Roma 1985; M.C. Paczkowski, La lettura cristologica dell’Apocalisse nella Chiesa prenicena LA46 (1996) 187-222; Id., "Gerusalemme negli scrittori cristiani del II-III secolo, LA 45 (1995) 165-202; dispensa del docente.
M.C. Paczkowski
STORIA BIBLICA
Il regno davidico-salomonico:Come realizzazione storica delle promesse fatte ai Padri e coronamento di un processo storico di sedentarizzazione delle tribù di Giuda e di Israele. L’organizzazione amministrativa del regno. I regni divisi di Giuda e di Israele in lotta per la sopravvivenza regionale nel contesto dell’instabile situazione politica degli staterelli della Siria-Palestina conquistati dagli imperi assiro e babilonese e spinti alla ribellione dagli Egiziani. La caduta di Samaria e di Gerusalemme
M. Piccirillo
GEOGRAFIA BIBLICA
Corso: fonti; cronologia; nomi delle terre bibliche; confini di Canaan; regno di David, di Giuda e di Israele; principi di topografia biblica.
M. Piccirillo


Escursioni: la tribù di Giuda e Simeone; la Shephela e la Filistea; il Negev settentrionale; la regione di Gerico; il deserto di Giuda; la tribù di Beniamino; la montagna di Efraim; Samaria; Galilea.

V. Ravanelli - P. Kaswalder
TOPOGRAFIA DI GERUSALEMME
A. Questioni scelte. La Torre Antonia alla luce delle fonti letterarie e dei dati archeologici. La Torre Antonia e il problema della localizzazione del pretorio. Motivi delle divergenti ricostruzioni del tempio di Salomone. Il tempio di Salomone in relazione al Tabernacolo del deserto e ai templi cananei. Gli ingressi esterni al tempio erodiano secondo Flavio e la Mishna. Tesi massimalista e minimalista a proposito della spianata del tempio erodiano. Tesi contrastanti sulla identificazione dei tre muri difensivi di Gerusalemme al tempo della prima guerra giudaica. Tesi massimaliste e minimaliste nel tratteggiare lo sviluppo di Gerusalemme fino al 70 d. C. Il sinnor secondo gli archeologi. Alla ricerca delle tombe dei re di Giuda.

B. Escursioni settimanali
Bibl.: "Jerusalem": The New Encyclopedia of the Archaeological Excavations in the Holy Land, ed. E. Stern, Jerusalem 1993, 698-804; D. Bahat, The Illustrated Atlas of Jerusalem, Jerusalem 1990; S. Loffreda, Topografia di Gerusalemme fino al 70 d.C. (seconda edizione) Gerusalemme 1998.
S. Loffreda
ARCHEOLOGIA
Storia e risultati della ricerca archeologica dal Neolitico al Periodo del Ferro: storia e risultati della ricerca archeologica dal Periodo Neolitico al Periodo del Ferro.
Bibl.: A. Mazar, Archaeology of the Land of the Bible, 10,000-586 B.C.E., New York 1990; V. Fritz, Introduzione all’Archeologia Biblica, Brescia 1991; T.E. Levy (ed.), The Archaeology of Society in the Holy Land, London 1995. Dispense del docente.
P. Kaswalder

Archeologia Paleocristiana: Betlemme cristiana. Analisi storica e archeologica dei santuari di Betlemme e dintorni. Visite guidate dei santuari di Gerusalemme e dintorni.

E. Alliata
SEMINARI
Lettura di testi epigrafici del Vicino Oriente antico: Lettura di iscrizioni semitiche con particolare riferimento all’aspetto linguistico; comparazione con l’ebraico biblico. Per partecipare occorre aver frequentato almeno un anno di ebraico biblico
Bibl.: J. Naveh, Early History of the Alphabet. An Introduction to West Semitic Epigraphy and Palaeography, Jerusalem 1987. J.C.L. Gibson, Textbook of Syrian Semitic Inscriptions (vol. I), Oxford 1982
M. Pazzini


Critica textus: Storia e critica del testo della Bibbia ebraica.

Bibl.: B. Chiesa, Corso di ebraico biblico, vol. 2: esercizi, crestomazia e glossario, Paideia, Brescia 1986. R.S. Hendel, The Text of Genesis 1-11, Oxford-University Press, New York - Oxford 1998.
B. Chiesa


Gerusalemme nell’escatologia profetica e nell’apocalittica: Presentazione generale dell’escatologia profetica e dell’apocalittica e individuazione di pericopi particolari per il lavoro personale.

Bibl.: V. Collado Bertomeu, Escatologìas de los Prophetas, Valencia 1972 (Ist S. Jeronimo); W.S. Prinsloo, The Theology of the Book of Joel, BZAW 163, Berlin 1985; P.L. Reddit "The Book of Joel and Peripheral Prophecy", CBQ 48 (1986) 225-240; A. Rofé, Introduzione alla letteratura profetica, Brescia 1995; G. von Rad, Teologia dell’AT, II; Voci "Escatologia" e "Apocalittica" nei dizionari: ABD (ingl.), TRE (ted.), DTB (ital., per "apocalittica") e NDT3 (1982; ital., per "escatologia").
E. Cortese-A. Niccacci


 SBF main

cyber logo footer
Please fill in our Guest book form - Thank you for supporting us!
Created/updated: Saturday, December 8, 2001 by J. Abela ofm / E. Alliata ofm
This page makes use of Javascript and Cascading Style Sheets - Space by courtesy of Christus Rex
logo