Via Dolorosa - POB 19424, 91193 - JERUSALEM Tel. +972 2-6282936, +972-2-6280271, +972-2-6264516
Fax: +972-2-6264519; E-mail: secretary@studiumbiblicum.org


25 dicembre 2003
Benedizione della Porta della Pace a Betlemme
presso la Basilica della Natività


Nella foto il patriarca Mons. Michel Sabbah (centro) con il ministro generale José Rodríguez Carballo (sulla sinistra).


Monizione di Fr. José Rodríguez Carballo, Ministro Generale OFM

Fratelli carissimi,

in comunione di fede e di preghiera con il Vescovo di Gerusalemme, il Patriarca Michel,
disponiamoci a inaugurare con questa Processione al Luogo Santo della Natività
la “Porta della Pace” o “del Giubileo”.

La Porta ricorda il cammino del popolo pellegrino
verso “Gesù Cristo unico Salvatore del mondo ieri oggi e sempre”.
Lui è la porta della salvezza, Lui è la nostra pace.
In questo millennio da poco iniziato è urgente accogliere il dono divino della pace
e diventare costruttori di pace nel mondo e specialmente in Terra Santa.
La Porta che ci accingiamo a inaugurare e varcare
ripresenta il mistero del Natale del Signore accolto da Maria e Giuseppe,
dai Pastori e dai Magi
e commemora il pellegrinaggio del Santo Padre Giovanni Paolo II
a questo Luogo per il Grande Giubileo del 2000.

L’inaugurazione di questa “Porta della Pace” o “del Giubileo”
ci invita ad accogliere di nuovo nello stupore della fede
il mistero della nascita del Verbo eterno, generato dal Padre prima dei secoli
e qui e oggi nato in modo ineffabile dalla Vergine Maria.
L’immagine del Papa, Pastore supremo della Chiesa e pellegrino di pace,
e di San Francesco, araldo della pace,
ci ispira preghiere e propositi di pace.

Sua Beatitudine il Patriarca e io stesso Ministro dell’Ordine dei Frati Minori presentiamo questa nuova Porta come un segno di speranza per la pace in Terra Santa e nel mondo.
Possa questa Porta essere per tutti, pellegrini e visitatori del Luogo Santo, un invito a percorrere vie di giustizia, di perdono e di pace.




LA PORTA DELLA PACE A BETLEMME

Chi non ricorda i terribili giorni di occupazione e assedio della Basilica della Natività a Betlemme nella primavera del 2002? Per trentanove giorni un gruppo di combattenti palestinesi si rifugiò nella Basilica e negli ambienti adiacenti mentre all’esterno l’esercito di Israele stringeva il complesso in un cerchio ermeticamente chiuso, accomunando palestinesi asserragliati e comunità dei francescani e dei monaci greci e armeni. Grazie alla coraggiosa presenza di questi ultimi, il peggio fu evitato e la crisi si risolse senza spargimento di sangue. Televisioni e giornali diffusero in tutto il mondo le immagini tristissime di quei giorni interminabili vissuti da Betlemme e dai quali la popolazione, specie quella cristiana, è stata profondamente segnata.

Nel Natale di quest’anno in quei luoghi, teatro di irriducibile inimicizia, è stato posto un segno di pace con l’inaugurazione della “Porta della Pace”. La “Porta della Pace”, benedetta dal Papa e inaugurata la notte di Natale dal Patriarca Latino di Gerusalemme e dal Ministro Generale dei Frati Minori, è la realizzazione di un progetto nato nell’animo di un gruppo di pellegrini di Verona (Italia) venuti in Terra Santa nel febbraio 2000, anno del Grande Giubileo, prima della visita del Santo Padre Giovanni Paolo II.

La porta bronzea, alta 2,50 m. e larga 1,40 m. e composta da due lastre raffiguranti momenti significativi della fede cristiana è descritta così dallo scultore e maestro di arte sacra Roberto Joppolo (Viterbo): “La «Porta della Pace» è un’opera che, in sintesi estrema, intende racchiudere duemila anni di storia cristiana. Al centro la Natività, simbolo della salvezza, è posta su di un mondo simbolico e la stella che illumina l’intera opera rappresenta la luce che duemila anni fa indicò ai pastori la via per trovare Gesù. Oggi la stessa luce indica ai fedeli la via della salvezza. Sullo sfondo in alto sono rappresentati l’Annunciazione e il Sogno di Giuseppe: la fede come elemento determinante per essere un vero cristiano. In basso l’Adorazione dei Magi e la Visita di Giovanni Paolo II, con alle spalle San Francesco, rappresentano la prima e l’ultima testimonianza importante al Dio fatto uomo”. Nella parte inferiore del battente sinistro, sotto i Re Magi, è scritto in latino: “Sei beata, o Vergine Maria, splendida porta della luce; per Te rifulse a noi Cristo, Luce del mondo”. Sul battente di destra, in fondo, è scritto: “In memoria della visita di Sua Santità Giovanni Paolo II, Anno del Signore 2000”.

La nuova porta sostituisce quella di legno che mette in comunicazione il Chiostro crociato detto di San Girolamo, la Basilica della Natività e la Chiesa francescana di Santa Caterina attraverso un passaggio dove confluiscono questi luoghi. Presso questa porta si celebrò il rito di apertura dell’Anno Santo in occasione del Grande Giubileo del 2000. Alla “Porta della Pace” è affidato perciò anche il ricordo dell’Anno Santo. Su di essa si trova una lunetta in mosaico policromo raffigurante la Santa Famiglia con il Bambino Gesù sollevato in alto da Maria e in atto di benedire. Intorno alle figure l’iscrizione: “È nato per noi un Bambino”, la Croce di Terra Santa e lo stemma francescano.

La “Porta della Pace”, che apre il cammino verso la Grotta Santa, dove Cristo, autore della salvezza è nato dalla Vergine Maria, è simbolo della porta della salvezza aperta a tutti i popoli. Essa è anche un invito alla pace per i popoli che vivono in Terra Santa o giungono in pellegrinaggio in questo Luogo Santo, dove Cristo Principe della Pace si è manifestato portando al mondo la luce e la vita divina.

Ci piace pensare che in questo Capodanno 2004 da Betlemme dove per la prima volta è risuonato il canto degli angeli: “Gloria a Dio nell’alto dei cieli e pace in terra agli uomini di buona volontà”, con il segno della “Porta della Pace” riparte un augurio di grazia, gioia e pace per il mondo intero.

G. Claudio Bottini ofm
Studio Biblico Francescano, Gerusalemme


Celebrazione della S. Messa nella Grotta della Natività presieduta dal Ministro Generale.

Alcuni dei professori dello SBF hanno concelebrato


 SBF main, Notizie

cyber logo footer
Please fill in our Guest book form - Thank you for supporting us!
Created/updated: Saturday, December 8, 2001 by J. Abela ofm / E. Alliata ofm
This page makes use of Javascript and Cascading Style Sheets - Space by courtesy of Christus Rex
logo