Via Dolorosa - POB 19424, 91193 - JERUSALEM Tel. +972 2-6282936, +972-2-6280271, +972-2-6264516
Fax: +972-2-6264519; E-mail: secretary@studiumbiblicum.org


SBF


Info

Professors

Programmes

Archaeology

Museum

Publications

Dialogue

Escursions

Essays

Students

News

Memos

Latest


Quaresima e Pasqua a Gerusalemme
Lunedì "in Albis", 12 aprile 2004

Commemorazione della Manifestazione del Signore
presso il villaggio di Emmaus

Pellegrinazione a Emmaus - Qubeibeh


Il Lunedì successivo alla Domenica di Pasqua, chiamato "in Albis", è tradizione che le comunità cristiane cattoliche di Terra Santa facciano un pellegrinaggio al Santuario di Emmaus - Qubeibeh, per ricordare l'episodio evangelico dei Discepoli di Emmaus (Lc 24,13-35).
La celebrazione che si svolge in questo giorno è particolare. Infatti, dopo il solenne pontificale, presieduto dal M. R. P. Custode, vengono benedette alcune ceste di pani che saranno distribuiti ai fedeli. Quest'anno l'afflusso dei pellegrini ha risentito della situazione politica, tanto più che il santuario è situato nei "territori occupati". Ma l'atmosfera, come sempre, è stata festosa e gioviale.

Cliccare sulle immagini per ingrandirle.



Dal Vangelo secondo Luca (24,13-35)
   Ed ecco in quello stesso giorno due di loro erano in cammino per un villaggio distante circa sette miglia da Gerusalemme, di nome Emmaus, e conversavano di tutto quello che era accaduto. Mentre discorrevano e discutevano insieme, Gesù in persona si accostò e camminava con loro. Ma i loro occhi erano incapaci di riconoscerlo. Ed egli disse loro: “Che sono questi discorsi che state facendo fra voi durante il cammino?”. Si fermarono, col volto triste; uno di loro, di nome Clèopa, gli disse: “Tu solo sei così forestiero in Gerusalemme da non sapere ciò che vi è accaduto in questi giorni?”. Domandò: “Che cosa?”. Gli risposero: “Tutto ciò che riguarda Gesù Nazareno, che fu profeta potente in opere e in parole, davanti a Dio e a tutto il popolo; come i sommi sacerdoti e i nostri capi lo hanno consegnato per farlo condannare a morte e poi l’ hanno crocifisso. Noi speravamo che fosse lui a liberare Israele; con tutto ciò son passati tre giorni da quando queste cose sono accadute. Ma alcune donne, delle nostre, ci hanno sconvolti; recatesi al mattino al sepolcro e non avendo trovato il suo corpo, son venute a dirci di aver avuto anche una visione di angeli, i quali affermano che egli è vivo. Alcuni dei nostri sono andati al sepolcro e hanno trovato come avevan detto le donne, ma lui non l’ hanno visto”.

Ed egli disse loro: “Sciocchi e tardi di cuore nel credere alla parola dei profeti! Non bisognava che il Cristo sopportasse queste sofferenze per entrare nella sua gloria?”. E cominciando da Mosè e da tutti i profeti spiegò loro in tutte le Scritture ciò che si riferiva a lui. Quando furon vicini al villaggio dove erano diretti, egli fece come se dovesse andare più lontano. Ma essi insistettero: “Resta con noi perché si fa sera e il giorno già volge al declino”. Egli entrò per rimanere con loro. Quando fu a tavola con loro, prese il pane, disse la benedizione, lo spezzò e lo diede loro. Allora si aprirono loro gli occhi e lo riconobbero. Ma lui sparì dalla loro vista. Ed essi si dissero l’ un l’ altro: “Non ci ardeva forse il cuore nel petto mentre conversava con noi lungo il cammino, quando ci spiegava le Scritture?”. E partirono senz’ indugio e fecero ritorno a Gerusalemme, dove trovarono riuniti gli Undici e gli altri che erano con loro, i quali dicevano: “Davvero il Signore è risorto ed è apparso a Simone”. Essi poi riferirono ciò che era accaduto lungo la via e come l’ avevano riconosciuto nello spezzare il pane.




Distribuzione del pane benedetto




Breve visita al Parco Archeologico

La chiesa attuale fu riedificata sulle rovine di una chiesa crociata e consacrata nel 1902. Durante gli anni 1940-44, padre B. Bagatti condusse scavi archeologici nel sito.

Fu riportata alla luce una antica strada affiancata da case appartenenti a differenti epoche storiche (dal III sec. a.C. fino al XIV sec. d.C.).

Nei giorni più chiari da Emmaus lo sguardo può spaziare sulle colline di Beniamino e di Efraim, e attraverso la valle di Ayyalon giungere fino al mare.




Io pongo sempre innanzi a me il Signore,
sta alla mia destra, non posso vacillare.
Di questo gioisce il mio cuore,
esulta la mia anima
(Salmo 15,8-9)


Vedi anche: Settimana Santa 2003

Quaresima e Pasqua


Ingresso solenne

Veglia domenicale

Dominus Flevit

Getsemani

Flagellazione

Condanna

Processione delle Palme

V Stazione

Cenacolo

Processione funebre

Veglia pasquale

Lunedì
"in Albis"


 SBF main, Notizie

cyber logo footer
Please fill in our Guest book form - Thank you for supporting us!
Created/updated: Saturday, December 8, 2001 by J. Abela ofm / E. Alliata ofm
This page makes use of Javascript and Cascading Style Sheets - Space by courtesy of Christus Rex
logo