Via Dolorosa - POB 19424, 91193 - JERUSALEM Tel. +972 2-6270485; Fax: +972-2-6264519

SBF


Info

Professors

Programmes

Archaeology

Museum

Publications

Dialogue

Excursions

Pilgrims

Essays

Students

News

Memos

Latest

Cesarea di Palestina, o Cesarea Marittima
(15 Ottobre 2009)

Il porto nacque col nome di Torre di Stratone nel 4º secolo a.C. Poi Erode il Grande rifondò la città e la chiamò Cesarea, in onore di Cesare Augusto, il suo protettore politico.

Rifece il porto con dimensioni molto grandi, costruì il tempio alla dea Roma e al divo Augusto; costruì l’acquedotto, il teatro, le terme e l’ippodromo. E per la sua famiglia costruì il palazzo sul promontorio, che discende a più livelli verso il mare.

Alla sua morte l’intera città venne requisita da Roma che ne fece la sede della provincia procuratoria. A Cesarea del Mare furono eseguiti i primi atti del processo contro Paolo, si presume nel praetorium della provincia.

A Cesarea del Mare scoppiò nel 66 d. C. la prima rivolta della Giudea contro il dominio romano; nel 67 d.C. Vespasiano fu acclamato imperatore dalle legioni; verso il 400 Cesarea divenne la capitale della Palaestina Prima.

La storia cristiana di Cesarea è ricca di eventi. Il centurione romano Cornelio si aprì alla fede in Gesù Cristo e chiese il Battesimo a Pietro (At 10). L’Apostolo Paolo passò per Cesarea durante i suoi viaggi apostolici (At 9,30; 12,19-23; 21,8-26); fu tenuto in prigione per 2 anni e fu processato davanti al procuratore Felice e al re Agrippa II (At 24 e 26). Paolo salpò da Cesarea per raggiungere Roma e ricevere la palma del martirio (At 27,1-5). A Cesarea si stabilì Origene a motivo della biblioteca, diede inizio alla scuola esegetica e compilò le Exapla. Da Cesarea proviene Eusebio, il vescovo studioso che ha redatto la storia dei primi secoli della chiesa locale, la lista dei Martiri di Palestina, e l’Onomastico dei siti biblici.

Nel 640 la capitale della Provincia Palaestina Prima si arrese all’esercito di Omar. Divenne un porto dei crociati nel 13º secolo (S. Luigi) che costruirono la cittadella fortificata, la basilica, e il muraglione difensivo ancora ben conservato (m 275x650).

Gli scavi iniziati nel 1959-1976 (A. Frova, M. Avi Yonah, I.L. Levine) e ripresi negli anni ’80 e ’90 (J. Patrich, E. Netzer, A. Raban, K.G. Holum) proseguono ancora oggi a ritmo sostenuto, nel tentativo di mettere in luce lo splendore di questa antica metropoli. Tra i reperti pregevoli sono da ricordare il teatro, le statue, i mosaici, la sinagoga, l’ippodromo, i templi romani, le basiliche cristiane, il porto sommerso.

L’acquedotto romano che portava in città l’acqua delle sorgenti del Torrente dei Coccodrilli (Nahal Tanninim).

1. Acquedotto
2. Ingresso e Teatro
3. Palazzo erodiano
4. Circo o anfiteatro
5. Palazzi e terme
6. Iscrizioni in mosaico
7. Porto antico
8. Podio del tempio romano
9. Porta della cittadella crociata
10. Strada bizantina con statue

In primo piano la statua del Buon Pastore e dietro una statua pagana.

Veduta generale sul teatro di Cesarea, completamente ricostruito.

Sarcofago di epoca romana, riusato per la sepoltura del diacono Procopio.

Veduta sul palazzo erodiano costruito sul promontorio di sud.

Copia dell’iscrizione romana che menziona il tiberieum costruito da Ponzio Pilato, procuratore di Giudea (praefectus iudeae).

La gradinata est dell’ippodromo (m 90x450) costruito lungo la spiaggia del mare.

Scena di caccia: frammento decorativo sulla facciata interna dell’ippodromo. In varie occasioni l’ippodromo era trasformato in circo o arena per le battaglie dei gladiatori, o per la condanna dei cristiani alle belve.

Sezione ricca di colonne e di pavimenti marmorei presso le terme di epoca bizantina.

Gli studenti dello SBF esaminano i mosaici e le iscrizioni di Cesarea.

Medaglione con iscrizione musiva che riprende Rom 13,3: Non vuoi avere paura delle autorità? Fai il bene.

Particolare del mosaico dei capridi.

Ingresso sud nella cittadella crociata con passerella sul fossato dei crociati.

Muro difensivo sul mare di epoca erodiana, bizantina e crociata .

Molo romano, ora insabbiato, e podio elevato del tempio retrostante.

In primo piano la scalinata del podio del tempio romano ad Augusto, e sullo sfondo la moschea del 18º secolo in stile bosniaco.

Le absidi della basilica crociata (S. Pietro o S. Lorenzo?).

La porta di ingresso alla cittadella crociata, completamente ricostruita.


Le due statue acefale, bianca e rossa, all’ingresso di un edificio pubblico di epoca bizantina non scavato. L’iscrizione musiva del 6º secolo menziona Flavio Strategios, funzionario della Palaestina Prima.

Cliccare sulle foto per ingrandirle.


External Links

From Roman City to Crusader Fortress (MFA Israel)

Caesarea Maritima (BibArch.com)

Combined Caesarea Expeditions (The underwater excavation)

Sebastos - Virtual Caesarea Maritima (interactive - in construction)

Memorie di S. Paolo in Terra Santa (E. Alliata) - PDF 3.2 MB


 SBF main, Indice Escursioni

Escursioni Bibliche

Terra Santa


 I 
Emmaus-Nicopoli
Eqron
Ascalon
Gezer

 II 
Giaffa
Tel Qasileh
Ramleh
Lod

 III 
Maaleh Adummin
Qumran

 IIIb 
Gerico
Israelita
Erodiana
Naaran

Tell es-Sultan
Mafjar

 IV 
En Gedi
Masada

 V 
Nabi Samwil

Antipatris
Cesarea

Appendice 
Samaria

cyber logo footer
Please fill in our Guest book form - Thank you for supporting us!
Created/updated: Sunday, December 16, 2001 by J. Abela / E. Alliata
This page makes use of Javascript and Cascading Style Sheets - Space by courtesy of Christus Rex
logo