Franciscan Custody of the Holy Land - 21/03/2000 info: custodia@netvision.net.il
Latest additions


THE EUCHARISTIC CELEBRATION IN BETHLHEM
Manger Square, Wednesday, March 22, 2000 at 10:00 a.m.

The meaning of the celebration

The Eucharistic celebration is centered on the passage in Luke’s Gospel which describes the birth of Jesus (Lk 2:1-14): «Today is born to you in the City of David a Savior, who is Christ the Lord». This event fulfills what was foretold by the Prophet (Is 9:1-6): «A child is born for us, a son is given to us». Significantly, the celebration takes place in the vicinity of the historical and traditional site of the Nativity. This makes the celebration of the event particularly timely. The birth of Christ is the reason for the «new song» (Ps 95, 96) and for Christian joy which comes from Jesus the Savior (Tit 3:3-7).

The celebration in the Roman Rite

The Mass, celebrated by the Bishop of Rome, follows the Roman Rite. Nevertheless an effort has been made to foster the participation of the Arab-language community and the presence of other Catholic Rites, without overlooking the pilgrims and other communities. The First Reading is proclaimed in Arabic (by a Maronite), as are the Responsorial Psalm and the Gospel (the latter according to the Byzantine Rite). The same language is used for the chanting of the Gloria, the Sanctus, the Agnus Dei, and the offertory and communion hymns. The Second Reading is proclaimed in English, while the intercessions of the Prayer of the Faithful are in Arabic, French, Italian, Spanish and English. The Creed is chanted in Latin. The Eucharistic Prayer is recited in Latin, and the Our Father is sung in Arabic.
A special introduction to the Gloria is meant to recall the message announced by the angel to the shepherds in the fields which now bear their name. The community of believers today joins in this song, together with the Universal Pastor, giving glory to God and confirming their desire for peace among all people, in the birth-place of the Prince of Peace.


CELEBRAZIONE EUCARISTICA A BETLEMME
alla Manger Square di Bethlehem, mercoledì 22 marzo 2000, ore 10.00

Il significato della celebrazione

La celebrazione eucaristica è incentrata sulla pagina evangelica lucana che descrive la nascita di Gesù (Lc 2, 1-14): "Oggi vi è nato nella città di Davide un salvatore, che è il Cristo Signore". Questo fatto porta a compimento quanto era stato predetto dal profeta (Is 9, 1-6): "Un bambino è nato per noi, ci è stato dato un figlio". La particolarità della celebrazione è che essa si svolge vicino al luogo storico e tradizionale della Natività. Ciò rende la celebrazione del mistero evento particolarmente attuale. La nascita di Cristo è il motivo del "canto nuovo" (Sal 95, 96) e della gioia cristiana, che ha le sue radici in Gesù Salvatore (Tit 3, 3-7).

La celebrazione in rito romano

La celebrazione presieduta dal Vescovo di Roma si svolge secondo il rito romano. Tuttavia si è voluto favorire la partecipazione della comunità di lingua araba e la presenza di altri riti cattolici, senza dimenticare i pellegrini e le altre comunità di diversa provenienza. Vengono proclamate in arabo la prima lettura (da un maronita), il salmo responsoriale e il Vangelo (quest’ultimo secondo il rito bizantino). Nella stessa lingua sono cantati il Gloria, il Sanctus, l'Agnus Dei, i canti di offertorio e di comunione. La seconda lettura viene proclamata in inglese, le intercessioni della preghiera universale in arabo, francese, italiano, spagnolo e inglese. In latino si canta il Credo. Anche la Preghiera Eucaristica è in lingua latina. Il Padre nostro è cantato in arabo.
Una monizione particolare al Gloria intende ricordare il messaggio che l'angelo annunziò ai pastori nel campo che porta ancora il loro nome. A questo canto si unisce ora l'attuale comunità credente insieme al Pastore universale glorificando Dio e confermando il desiderio di pace a tutti gli uomini, nel luogo della nascita del Principe della Pace.

 

Mons. Piero Marini
Maestro delle Celebrazioni Liturgiche Pontificie
Ufficio delle Celebrazioni Liturgiche del Vaticano



Created / Updated Tuesday, March 21, 2000 at 23:27:32