Franciscan Custody of the Holy Land - 21/03/2000 info: custodia@netvision.net.il
Latest additions


THE EUCHARISTIC CELEBRATION IN AMMAN
Amman Stadium, Tuesday, March 21, 2000 at 9:00 a.m.

The meaning of the celebration

The celebration of Holy Mass in Amman is a fitting occasion for the Holy FatherÕs meeting with the Christian community in Jordan. The Mass, in honor of Saint John the Baptist, Prophet of God and Precursor of Christ, was chosen not merely because it celebrates the one who went before Christ in his Annunciation and Nativity and pointed to him once he was present in the world, but also because the Baptist is the Patron Saint of Jordan. The Biblical readings highlight the ministry of John the Baptist as Precursor: Jer 1:17-19 (the prophetic call), Acts 19:1-7 (the apostolic memory of JohnÕs baptism of repentance), Lk 3:2b-6, 10-14, 18 (the preaching of the Precursor on the banks of the Jordan river).

Particular ritual aspects

At the beginning of the celebration, water taken from the Jordan River is blessed for the sprinkling of the faithful. The Gospel is proclaimed according to the Greek Melkite Rite. The Baptismal Profession of Faith is introduced by the Patriarch of Jerusalem. At the end of the Mass the Pope will bless three cornerstones to be used in the construction of a Maronite Church, a Syrian Catholic Church and the "Regina Pacis" Center.
Present at this celebration will be two thousand children who will make their First Holy Communion: they will hold lighted candles during the Profession of Faith and the Prayer of the Faithful, and at Holy Communion. Some of them will take part in the Offertory procession and in the kiss of peace with the Holy Father, and will receive communion under both species from the Pope.


CELEBRAZIONE EUCARISTICA AD AMMAN
Amman Stadium, martedì 21 marzo 2000, ore 9

21.03.2000

Il significato della celebrazione

La celebrazione della Messa ad Amman è occasione propizia per l'incontro del Santo Padre con la comunità cristiana della Giordania. La Messa in onore di San Giovanni Battista, profeta di Dio e precursore di Cristo, è stata scelta non solo perché celebra colui che ha preceduto il Cristo nella sua annunciazione e nella sua nascita, e lo ha indicato presente nel mondo, ma anche perché il Battista è patrono della Giordania. Le letture bibliche sottolineano il ministero di Giovanni Battista il Precursore: Ger 1, 17-19 (la vocazione profetica), At 19, 1-7 ( la memoria apostolica del battesimo di penitenza di Giovanni), Lc 3, 2b-6.10-14.18 ( la predicazione del Precursore presso il fiume Giordano).

Alcune particolarità rituali

All'inizio della celebrazione viene benedetta l'acqua, attinta dal fiume Giordano per l'aspersione dei fedeli. Il Vangelo è proclamato secondo il rito greco-melkita. La professione di fede battesimale è introdotta dal Patriarca di Gerusalemme. Alla fine della Messa il Papa procede alla benedizione di tre prime pietre per la costruzione rispettivamente di una chiesa maronita, di una chiesa siro-cattolica e del Centro "Regina Pacis". Sono presenti alla celebrazione 2000 bambini che ricevono la Prima Comunione: essi tengono le candele accese durante la professione di fede, la preghiera universale e durante la Santa Comunione; una rappresentanza di essi partecipa alla processione offertoriale, all'abbraccio di pace con il Papa e riceve la comunione sotto le due specie dal Santo Padre.

 

Mons. Piero Marini
Maestro delle Celebrazioni Liturgiche Pontificie
Ufficio delle Celebrazioni Liturgiche del Vaticano



Created / Updated Tuesday, March 21, 2000 at 08:54:27