banner
logog

© franciscan cyberspot


CUSTODY OF
THE HOLY LAND,
Franciscan Friary,
St. Francis Str. 1,
Jerusalem



MENU
LATEST
CUSTODY
COMMUNICATIONS
SBF
FPP
CIC
FAI
SHRINES
VIA CRUCIS
PILGRIMS
MADABA MAP

BETLEMME 24 DICEMBRE 2004. CELEBRAZIONE DELLA MESSA DI MEZZANOTTE

Data: Venerdì, 24 dicembre 2004
Fonte: Custodia di Terra Santa



Betlemme 24 dicembre 2004. Celebrazione della Messa di Mezzanotte

Come si pensava, l’affluenza di pellegrini, religiosi di Terra Santa e fedeli di Betlemme ha riempito la chiesa di S. Caterina, contigua alla Basilica della Natività. Nonostante fuori facesse freddo e piovesse l’ambiente era di festa.
Mentre i fedeli entravano in chiesa, i franecescani dello studio filosofico e teologico di Gerusalemme preparavano gli animi con letture e canti di Natale in diverse lingue.
Poco dopo le 11.15 della notte il Patriarca entrava solennemente nella chiesa, già stracolma di fedeli di ogni continente. Hanno concelebrato un centinaio di sacerdoti. Accanto al Patriarca stava il suo Vescovo ausiliare Mons. Kamal-Hanna Bathish, l’esarca patriarcale armeno Mons. Kérvoc Khazoumian, l’esarca patriarcale siro católico Mons. Pierre Melki, e un Vescovo della Romania venuto a salutare la comunità romeno-cattolica in Terra Santa. Erano presenti i Signori Consoli, rappresentanti delle nazioni di tradizione cattolica. Allora ha avuto inizio la prima parte della celebrazione, l’Ufficio delle letture. Cantato l’annuncio della nascita del Signore, secondo il martirologio romano, le campane hanno cominciato a suonare, l’organo ha dato i primi accordi intensamente festivi, e secondo l’usanza, qui a Betlemme, il primo sacrestano, fra Matias Lopez, ha scoperto la tradizionale immagine del bambino Gesù, collocata artisticamente sopra un tronco di olivo ai piedi dell’altare. E’ stata cantata la Messa degli Angeli. Tutta l’assemblea ha partecipato attivamente, aiutata dalla “Schola Cantorum” della Custodia di Terra Santa. Nell’omelia [LINK] il Patriarca ha salutato i responsabili dell’Autorità Palestinese presenti. Poi ha parlato ai fedeli del mistero della Natività nelle circostanze attuali. La omelia è stata pronunciata prima in arabo e quindi in francese. Dopo la orazione finale della Messa ha preso avvio la processione alla Grotta della Natività. Il Patriarca portava in braccio la immagine del Bambino Gesù. Arrivati all’altare della Stella un diacono ha collocata la detta immagine sulla stella. Un altro diacono ha cantato il Vangelo secondo San Luca (2, 1-14) e andava mimando quanto andava leggendo, cioé: quando ha detto che Gesù fu avvolto in panni e collocato nel presepe, ha preso il Bambino dalla stella e l’ha collocato nel Presepe, il luogo più bvasso della Grotta. Terminato il Vangelo un altro diacono ha proclamato l’Indulgenza e il Patriarca ha dato la benedizione papale. Subito si è ritornati alla chiesa di S. Caterina cantando il Te Deum con la gioia di aver celebrato il Mistero della Nascita del nostro Signore e Salvatore Gesù Cristo.




bullet  News Main                                                 Custody Main  bullet

rightlogo

 

FOLLOW THIS LINK IF YOU WANT TO Contact us - Contattaci - Contacte con nosotros

Please fill in our Guest book form - Thank you for supporting us!
Created / Updated Friday, 8 October, 2004 at 7:48:46 am by J. Abela, E.Alliata, E. Bermejo
Web site uses Javascript and CSS stylesheets - Space by courtesy of Christus Rex

© The Franciscans of the Holy Land

cyber logo footer