banner
logog

© franciscan cyberspot


CUSTODY OF
THE HOLY LAND,
Franciscan Friary,
St. Francis Str. 1,
Jerusalem



MENU

LATEST
CUSTODY
NEWS
COMMUNICATIONS
SBF
FPP
CIC
FAI
SHRINES
VIA CRUCIS
PILGRIMS
MADABA MAP


Visit our
BETHLEHEM
Website

Paolino (Giulio) Celli ofm (1930 † 2005)
Fra Paolino (Giulio) Celli ofm • 2005

a Torriana (Italia) 19 novembre 1930
† Haifa (Israele) 31 marzo 2005

Cari Confratelli,

Questa mattina, nell’ospedale italiano di Haifa, una lunga malattia ha concluso la vita terrena di frate Paolino.

Era venuto in Terra Santa il 30 gennaio 1983 per un anno sabbatico. Ma poi aveva desiderato rimanere nella Terra di Gesù. Alla richiesta sua e del padre Custode, fra Ignazio MANCINI, il Provinciale della Provincia di Cristo Re, fra Berardo ROSSI, aveva risposto: Noi siamo lieti di dare servizio alla Terra Santa, nella certezza che nulla di meglio la Provincia può fare e che il Signore sicuramente sostituirà con vocazioni giovanili ogni religioso che viene messo a disposizione della Custodia.

Neanche un anno dopo, fra Pierbattista PIZZABALLA indossava il saio francescano. Fra Paolino era il primo frate che il giovane Pierbattista di otto anni aveva incontrato. Una volta tra noi, fra Paolino continuò quei servizi di cuoco, sagrestano, assistente parrocchiale che aveva svolto in Emilia Romagna. In Custodia portava l’esperienza accumulata negli anni precedenti, insieme all’amabile arguzia e alla simpatia della gente di Romagna.

Fra Paolino, da almeno sei anni, aveva compreso di essere minato dal male, che lo ha condotto al termine dei suoi giorni. Ma prima di chiudere gli occhi, accompagnato da fra Massimo PAZZINI, ha chiesto di tornare nella sua Romagna, per salutare confratelli, famigliari ed amici. Ma poi è tornato tra noi per consegnare frate corpo alla Terra Santa. Tutto questo nel giro di un mese, il mese della sua Pasqua.

Ora a noi, fra Paolino consegna il ricordo della sua vita interiore e della sua disponibilità; l’esempio della sua pazienza nella malattia. Il sorriso con cui è venuto sempre incontro a tutti noi.

Che buon religioso e come sa apprezzare tutto! scriveva il caro padre MANCINI a padre ROSSI. Ringraziamo vivamente il Signore e la sua Provincia di avercelo donato.

Fra Paolino aveva 75 anni di età, 58 di professione, 22 di servizio. Gli convengono in suffragio l’applicazione di 3 sante messe per ogni sacerdote. Gli altri religiosi partecipino a 3 sante messe e facciano 3 Via Crucis*. In ogni fraternità una santa messa sia celebrata in comune. Preghiamo di celebrare con sollecitudine detti suffragi, affinché il nostro fratello sia ammesso presto alla presenza del Padre celeste, memori che ciò che avremo fatto agli altri, sarà fatto anche a noi.

San Salvatore, 31 marzo 2005

fra Stéphane MILOVITCH OFM
Segretario di Terra Santa

* Al Capitolo custodiale del 2001 fu presentata la richiesta di non rendere obbligatoria la pratica della Via Crucis in suffragio dei confratelli defunti. Il Capitolo custodiale non accettò la richiesta. Tuttavia delegò il P. Custode a poter esentare, in tutto o in parte, da questo pio esercizio, quei religiosi che ne facessero richiesta.


bullet  Communications Main                                Custody Main  bullet

rightlogo

 

FOLLOW THIS LINK IF YOU WANT TO  Contact us - Contattaci - Contacte con nosotros

Please fill in our Guest book form - Thank you for supporting us!
Created/Updated Thursday, 31 March, 2005 at 8:56:08 am by J.Abela, E.Alliata, Marina Mordin
Web site uses Javascript and CSS stylesheets - Space by courtesy of Christus Rex

© The Franciscans of the Holy Land

cyber logo footer