Il Papa a piazza di Spagna prega la Madonna per la pace

La Repubblica

8 Dicembre 2004

ROMA - Un mondo di pace e senza violenza. Nella giornata dell'Immacolata concezione il Papa prega la Madonna perché aiuti l'umanità "a costruire un mondo dove la vita dell'uomo sia sempre amata e difesa, ogni forma di violenza bandita, la pace da tutti tenacemente ricercata". Nella consueta visita dell'8 dicembre alla statuta della Vergine in piazza di Spagna, a Roma, Giovanni Paolo II ha voluto ripetere ancora una volta il suo appello contro tutte le guerre.

Circondato da una folla numerosa, ormai affezionata a questa tradizionale passeggiata del Pontefice nel centro della capitale, Wojtyla ha parlato con voce solo a tratti affaticata. Giunto in piazza di Spagna sulla 'Papa-mobile', grazie ad una pedana telecomandata e ad un carrello, Giovanni Paolo II è stato portato sulla sua poltrona fin sotto la colonna, dove lo aspettavano il cardinale vicario Camillo Ruini e il sindaco di Roma Walter Veltroni.

Circondato da una folla numerosa, ormai affezionata a questa tradizionale passeggiata del Pontefice nel centro della capitale, Wojtyla ha parlato con voce solo a tratti affaticata. Giunto in piazza di Spagna sulla 'Papa-mobile', grazie ad una pedana telecomandata e ad un carrello, Giovanni Paolo II è stato portato sulla sua poltrona fin sotto la colonna, dove lo aspettavano il cardinale vicario Camillo Ruini e il sindaco di Roma Walter Veltroni.

Al termine della preghiera, dopo aver salutato con gesti della mano e sorrisi la folla, il Papa ha benedetto un cesto di rose che è stato poi deposto ai piedi della colonna dell'Immacolata, eretta per ricordare la proclamazione del dogma da parte di Pio IX, avvenuta l'8 dicembre 1854.

Lungo il percorso dal Vaticano a piazza di Spagna, la vettura del Pontefice aveva compiuto una breve sosta davanti alla Chiesa della Santissima Trinità, per il saluto ai membri dell'Associazione Commercianti Via Condotti che hanno regalato al Papa il tradizionale calice d'oro.