franciscan cyberspot
La grande distruzione e le sue conseguenze (1009-1099 dC)

MENU

  * Inizio
 *Introduzione
  * Topografia
  * Cava
  * Tempio
  * Giardino
  * Bizantini
  * Gloria
  * 614-1009
  * 1009-1099
  * Crociati
  * Decadenza
  * Cristiani
  * Turchi
  * Di nuovo
  * Restauro
  * Francescani
  * La porte
  * Vigilia
  * Egeria
  * Liturgia
  * Costantino
SINTESI

  * Italiano
  * Français
  * Português,
  * Español


"Beato l'uomo al quale il Signore non mette in conto il peccato!"
(Romani 4,8)

Nel 1009 dC il califfo fatimita di Egitto al-Hakim emise l'ordine esplicito di distruggere la Chiesa del Santo Sepolcro. Lo storico arabo Yahia Ibn Sa'id descrive così gli eventi: "Si impadronirono di tutte le suppellettili che si trovavano nella chiesa e la distrussero completamente, lasciando solo qualcosa la cui distruzione era molto difficile. Distrussero anche il Calvario e la chiesa del santo Costantino e tutto quello che si trovava nei loro confini e tentarono di eliminare i sacri resti… Questa distruzione cominciò il martedì il quinto giorno prima della fine del mese di Saffar nell’anno 400 dell’Egira (25 agosto 1009).

Per ben undici anni fu proibito ai cristiani di visitare questo sito e non era loro permesso nemmeno di pregare tra le rovine. Fu solo alcuni anni dopo che fu permesso ai cristiani di ricostruire il santuario. Questo fu il risultato di un trattato di pace tra l'imperatore bizantino Argyropulos e il successore di al-Hakim. I lavori furono iniziati sotto il regno dell'imperatore Costantino Monomaco.

The Façade of the Basilica

Colonne del monumento costantiniano sepolte
sotto il pavimento del triportico dopo la distruzione
come furono trovate dagli archeologi

Gli architetti imperiali, al loro arrivo a Gerusalemme, determinarono l'impossibilità di restaurare l'intera struttura costantiniana. Optarono così per la conservazione della sola Anastasis con l'aggiunta di un'ampia abside a oriente e di diverse piccole cappelle nell'area dell'atrio-giardino e del Martyrium. Questi lavori furono compiuti tra il 1042 e il 1048. Nel corso di tale ricostruzione l'Atrio orientale, il Martyrium e il portico-giardino scomparvero! E, con il restauro dell'Anastasis e del nuovo trono per il vescovo, scomparve per sempre l'afflusso piacevole della luce solare diretta!

Marble flooring-Monomacus

Pavimento in marmo eseguito al tempo di Monomaco.
Il pavimento fu scoperto nel corso delle indagini archeologiche

Nonostante questi cambiamenti la nuova sistemazione non era sprovvista di componenti artistiche. Mosaici, ad esempio, coprivano le pareti e la cupola. L'abate russo Daniele, che ha visitato Gerusalemme nel 1006-1007, ci ha lasciato questa descrizione: "La chiesa della Risurrezione è di forma circolare ed è appoggiata su dodici colonne monolitiche e sei pilastri. Il pavimento è composto di bellissime lastre di marmo..

Marble flooring-Monomacus

Pavimento di marmo del tempo dell'imperatore Monomaco
(nella cappella di S. Maria Maddalena)

Ha sei porte e possiede tribune dotate di 12 colonne. Vivaci mosaici con i santi profeti si trovano sotto il soffitto e sopra le tribune. L'altare è sormontato da una immagine di Cristo. Sopra l'altare maggiore si può vedere un mosaico con l'Esaltazione di Adamo. Nell'abside, invece, è rappresentata l'ascensione di Cristo. L'annunciazione occupa i due pilastri vicino all'altare. La cupola della chiesa non è chiusa da una volta di pietra ma è fatta di travi di legno intrecciate tra di loro. La chiesa così ha una apertura alla sommità. Il Santo Sepolcro è collocato al di sotto di questa cupola aperta…"

The chapel

La cappella della "Prigione di Cristo"
alta risoluzione (87k)

Il pellegrino russo Daniele ha visto mosaici nella cappella della crocifissione sul Golgotha. Ha visitato la cappella della "Prigione di Cristo". quella del "Ritrovamento della Croce" e la cappella dedicata all'Apparizione di Gesù a sua madre, a nord dell'Anastasis.

  

 

© Text prepared by John Abela ofm based on articles and research by Virgilio Corbo ofm, Michele Piccirillo ofm and Eugenio Alliata ofm
Hi-Res pictures prepared by Michael Olteanu - Other pictures prepared by John Abela ofm and Michael Olteanu
B&W pictures courtesy of SBF-Jerusalem Archives - A joint project betweeen the Franciscans and Christusrex

Please fill in our Guest book form - Thank you for supporting us!
Created/Updated Saturday, March 10, 2005 at 20:31:27 by John Abela ofm, E.Alliata, Marian Mordin
Web site uses Javascript and Cascading Style Sheets - Space by courtesy of Christus Rex

logo
cyber logo footer