Perché questo libro

"Abbiamo la costituzione migliore del mondo. Peccato che non sia stata mai applicata nella sua interezza". Chi non ha udito una frase del genere? Eppure, chi è soddisfatto dello stato attuale della repubblica italiana? Ma questa situazione è innegabilmente il frutto dell'applicazione della costituzione. Allora, come può la costituzione migliore del mondo aver generato una repubblica pessima come quella italiana? La risposta è chiara: non solo la nostra costituzione non è ottima, ma è cattiva quanto la repubblica che ha prodotto ed i politici che ha selezionato. Non si può addurne a scusante la sua parziale applicazione, perché avrebbe dovuto essere prevista in modo attuabile e non velleitario. Inoltre sembra almeno dubbio che proprio le parti non attuate della costituzione possano essere migliori delle altre.
Solo formandosi uno spirito critico in grado di valutare autonomamente e senza preconcetti anche le affermazioni acriticamente accettate come giuste, perché così propagandate da decenni, è possibile comprendere perché uno Stato che fondi il suo operato sulla costituzione italiana possa commettere gravi crimini.
"L'Anticostituzione", che contiene il testo integrale della costituzione originale e delle modifiche ad essa apportate, si propone di individuare i crimini potenziali e reali che essa prevede contro i diritti naturali dell'uomo, analizzandone le conseguenze legislative e pratiche. Esse sono la Criminalità legale, ossia la criminalità esercitata attraverso le leggi, in tutto equiparabile alla criminalità illegale, e lo Stato imperiale, cioè lo Stato privo di vincoli reali al suo comportamento, che salvaguardino perpetuamente i cittadini dalle sue vessazioni.
Una soluzione realistica a queste ingiustizie esiste e può essere definita Stato su misura. In esso, ciascun cittadino gode della totale libertà di autodeterminazione personale ed ha sì il diritto di richiedere i servizi che desidera allo Stato, ma senza esercitare violenza, personalmente o tramite le leggi, per far ricadere sul suo prossimo gli oneri che egli ha liberamente scelto di accollarsi.
Lo scopo di questo libro sarà raggiunto se, alla fine del volume, il lettore sarà in grado di esercitare compiutamente ed in modo propositivo il suo spirito critico nei confronti della costituzione "migliore del mondo" e di tutte le leggi sbagliate che ne derivano.


Back to Political Books page